Vai al contenuto
Home » I Dobloni News » I racconti delle fate : in libreria le fiabe chehanno plasmato il nostro immaginario

I racconti delle fate : in libreria le fiabe chehanno plasmato il nostro immaginario

iDobloni inaugurano la collana delle Clessidre con una raccolta di dodici fiabe nella loro versione originale, scelte e tradotte da Carlo Collodi.

iDobloni tornano in libreria a giugno con I racconti delle fate, una raccolta di dodici
famosissime fiabe, tradotte nel 1876da Carlo Collodi. È il primo volume delle Clessidre,
la collana che recupera la versione originale di fiabe e leggende popolari.
Seguendo il solco della grande tradizione fiabesca creata in Francia da Charles Perrault,
Marie-Catherine d’Aulnoy e Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, Collodi porta in
Italia fiabe che fanno parte, oggi, del nostro immaginario collettivo. Scevre da
interpretazioni e riduzioni, rifacimenti e modifiche, le Clessidre riportano in libreria la
loro versione più originale, impreziosite dalle illustrazioni originali di Enrico Mazzanti.
In questa raccolta: Barba-blu, La bella addormentata nel bosco, Cenerentola,
Puccettino, Pelle d’asino, Le Fate, Cappuccetto Rosso, Il gatto con gli stivali, Enrichetto
dal ciuffo, La Bella dai capelli d’oro, L’uccello turchino, La Gatta Bianca, La Cervia nel
bosco, Il Principe Amato, La Bella e la Bestia.

Nel voltare in italiano i Racconti delle fate m’ingegnai, per quanto era in me, di
serbarmi fedele al testo francese. Parafrasarli a mano libera mi sarebbe parso un
mezzo sacrilegio. A ogni modo, qua e là mi feci lecite alcune leggerissime varianti, sia
di vocabolo, sia di andatura di periodo, sia di modi di dire: e questo ho voluto notare
qui di principio, a scanso di commenti, di atti subitanei di stupefazione e di scrupoli
grammaticali o di vocabolario.
Peccato confessato, mezzo perdonato: e così sia.

Carlo Collodi, dalla prefazione di I racconti delle fate.

Scopri il libro

I racconti delle fate

18,90 

“Nel voltare in italiano i Racconti delle fate m’ingegnai, per quanto era in me, di serbarmi fedele al testo francese. Parafrasarli a mano libera mi sarebbe parso un mezzo sacrilegio. A ogni modo, qua e là mi feci lecite alcune leggerissime varianti, sia di vocabolo, sia di andatura di periodo, sia di modi di dire:…

Categoria:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *